Palazzo Gentile II parte

0
264
Presso l’archivio della famiglia Curci è conservato un atto notarile datato 28 dicembre 1869, rogato in Montecorvino Rovella dal notaio Nicola Maiorino di Filippo. In questo documento viene precisata la divisione ereditaria dei beni appartenuti alla famiglia Gentile, tra i quali la casa palazziata sita nella piazza di Montecorvino.
 
“Con istrumento del 24 maggio 1808” veniva effettuata la divisione fra tutti i figli ed eredi del sig. Francesco Gentile, padre della sig.ra Maria Gentile, alla quale per intera quota veniva attribuita “parte del giardino e del comprensorio di casa palazziata sita nella pubblica piazza del capoluogo Rovella”, un’altra quota alla sig.ra ortensia Gentile e altra ancora al Magnifico Crescenzo Gentile.
 
Con il matrimonio tra il Magnifico dott. fisico Michele Curci e Maria Gentile, la casa veniva a costituire un cespite nunziale. Successivamente il detto Michele Curci acquistava la quota assegnata alla sig.ra Ortensia Gentile e provvedeva a ristrutturare il caseggiato per migliorarne la struttura. Nello stesso anno veniva ordinata una stima della casa palazziata con annesso giardino, il valore risultante era di ducati 1875,82.
 
Avv. Corrado Curci